Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
Pagina d'entrata > Biblioteca virtuale > Vocabolario fiorentino
  L'Accademia
  Storia
  Attività
  Notiziario
  Pubblicazioni
  La lingua in rete
  Crusca in gioco

Mappa del sito
Vocabolario fiorentino
[ Biblioteca virtuale ]

Il Vocabolario del fiorentino contemporaneo

Visita subito Il Vocabolario del fiorentino contemporaneo

Promosso nel 1994 per volontà di Giovanni Nencioni, il Vocabolario del fiorentino contemporaneo (VFC) si propone di documentare tutta quell’area del repertorio in cui si verifica al giorno d’oggi una mancata, o parziale, sovrapposizione, fra “lessico fiorentino” e “lessico italiano”.

In questa prospettiva puntuali indagini sul campo verificano conoscenza e uso di un esteso corpus (circa 20.000 entrate), che è stato ricavato dalla consultazione critica di testimonianze di varia impostazione e tipologia (vocabolari, atlanti linguistici, teatro vernacolare), d’epoca e contemporanee. Fra queste spicca, per la consistenza del lemmario messo a disposizione della verifica sul campo, il Nòvo vocabolario della lingua italiana secondo l’uso di Firenze (noto in genere come “Giorgini-Broglio”, e pubblicato dal 1870 al 1897), frutto come si ricorderà della politica linguistica manzoniana, e il cui spoglio integrale, finalizzato nella nostra prospettiva all’isolamento di fiorentinismi, è disponibile in veste cartacea e informatizzata.

Per consentire la più ampia valorizzazione dell’ingente materiale che emerge dalle inchieste sul territorio, le voci lessicografiche sono state organizzate come una banca dati: in questo modo le schede potranno costituire un punto di partenza per ricerche in direzioni ampie sul parlato fiorentino contemporaneo. Proprio le testimonianze dei parlanti, del resto, costituiscono il fulcro del progetto: sulla base dei contesti d’uso effettivamente riscontrati, infatti, viene a strutturarsi il nucleo centrale di ogni entrata del VFC. Informazioni sintetiche, poste in margine a ogni scheda, sui connotati delle voci nella lessicografia italiana contemporanea consentono infine di valutare, in sincronia e in diacronia, il complesso rapporto fra fiorentino e italiano comune.

Sul piano metodologico, lo spoglio ragionato di un’ampia e varia documentazione, la sua organizzazione in vista delle indagini sul campo e infine la considerazione della testimonianza degli informatori come fonte dell’attestazione lessicografica tendono a collocare il VFC nel quadro delle più aggiornate esperienze di lessicografia dialettale.

Responsabile

Teresa Poggi Salani

Coordinatore

Neri Binazzi

Curatrici degli spogli

Ilaria Cangioli, Matilde Paoli, Elena Pistolesi

Indagini sul campo

Neri Binazzi, Susanna Bino, Silvia Calamai, Ilaria Cangioli, Maria Cristina Torchia

Stesura delle voci lessicografiche

Neri Binazzi, Matilde Paoli

Coordinamento informatico

Marco Biffi

Progettazione della banca dati

Marco Biffi, Neri Binazzi, Matilde Paoli, Giovanni Salucci

Gestione della banca dati

Matilde Paoli

Ideazione e realizzazione della piattaforma informatica

Giovanni Salucci

Grafica

Francesco Rossi

Il progetto ha goduto in parte dei finanziamenti della Regione Toscana e del Comune di Firenze. Per il prossimo triennio sarà finanziato dalla banca Federico Del Vecchio - gruppo Banca Etruria.





VFC in sintesi

- corpus di partenza: 20.000 entrate (ca.)

- schede realizzate: 1.065

- schede stimate: 7.000

- parlato registrato nelle indagini di verifica (tuttora in corso di svolgimento): 250 ore (ca.)

- luoghi delle indagini: Santa Croce, Rifredi, San Frediano


Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati