Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
 FAQFAQ   CercaCerca   IscrittiIscritti   Gruppo  utentiGruppo utenti   IscrizioneIscrizione 
 ProfiloProfilo   Login per controllare i messaggi privatiLogin per controllare i messaggi privati   LoginLogin 

Grazie di/per

 
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica
Mostra argomento precedente :: Mostra argomento successivo  
Autore Messaggio
Brazilian dude



Iscritto: 12 Apr 2005
Messaggi: 553

MessaggioInviato: Mer, 04 Mag 2005; 4:16    Oggetto: Grazie di/per Rispondi con citazione

Io sempre dico grazie per ma vedo che molti usano grazie di. Ho appreso che ambedue espressioni sono corrette, ma vorrei sentire qualche altro commento, tipo frequenza, preferenza regionale, attestazioni storiche, ecc. Grazie.

Brazilian dude
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato MSN Messenger
Bue



Iscritto: 24 Gen 2005
Messaggi: 523
Località di residenza: Pisa

MessaggioInviato: Mer, 04 Mag 2005; 9:16    Oggetto: Re: Grazie di/per Rispondi con citazione

attesterei un uso di grazie di nel 1951 a San Remo:

Graaaazie dei fioooooor ...
(Nilla Pizzi)


Laughing Laughing Very Happy
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
dario



Iscritto: 28 Feb 2005
Messaggi: 873
Località di residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer, 04 Mag 2005; 13:43    Oggetto: Rispondi con citazione

Dipende dal contesto, dalla frase: userò "di" in frasi come "grazie di esistere", "grazie di tutto", "grazie di cuore", ecc., e non potrei mai dire "grazie per esistere" (che brutto!). Comunque, nella maggior parte dei casi, "per" o "di" sono utilizzabili a proprio piacimento. "Grazie per il suggerimento", ma anche "Grazie del suggerimento", "Grazie per essere vicino a me", ma anche "Grazie di essere vicino a me". A dire il vero, io preferisco (e uso) quasi sempre "Grazie di"; "Grazie per" non mi piace molto.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato MSN Messenger
enrico



Iscritto: 20 Gen 2005
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mer, 04 Mag 2005; 14:04    Oggetto: Rispondi con citazione

grazie!
ma di che? oppure non c'è di che.
mi sembra che queste espressioni attestino una prevalenza della forma "grazie di" rispetto a "grazie per".
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Marco1971



Iscritto: 17 Gen 2005
Messaggi: 1461

MessaggioInviato: Mer, 04 Mag 2005; 21:47    Oggetto: Rispondi con citazione

Enrico ha ragione: ho fatto una ricerca nei testi letterari dell’Otto e del Novecento (grazie al motore di ricerca della LIZ 4.0), e i risultati parlano chiaro:

Grazie di: 14 occorrenze nel Novecento, 32 nell’Ottocento.

Grazie per: 2 per il Novecento, 8 per l’Ottocento.

D’altronde, se non erro, i francesi (che hanno anch’essi la doppia possibilità), dicono che il per sia un influsso del tedesco; sarà vero?

In certi casi, comunque, il per è escluso, come negli esempi di Dario (grazie di tutto, grazie di esistere, e forse qualche altro).
_________________
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
enrico



Iscritto: 20 Gen 2005
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Gio, 05 Mag 2005; 9:33    Oggetto: Rispondi con citazione

Citazione:
D’altronde, se non erro, i francesi (che hanno anch’essi la doppia possibilità), dicono che il per sia un influsso del tedesco; sarà vero?

Più ancora mi sembra che l'influsso sia anglosassone. Tipiche frasi di cortesia come <thank you for calling> (grazie di averci visitato), oppure <thank you for your time> (grazie del tempo che mi ha dedicato), stanno prendendo piede anche in italiano con traduzioni maldestre, tipo <grazie per il vostro tempo> (!).
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Bue



Iscritto: 24 Gen 2005
Messaggi: 523
Località di residenza: Pisa

MessaggioInviato: Gio, 05 Mag 2005; 10:20    Oggetto: Rispondi con citazione

Beh, vorrei ricordare la traduzione italiana del Gloria nella liturgia cattolica:

Gratias agimus tibi propter magnam gloriam tuam
è tradotto con
Ti rendiamo grazie per la Tua gloria immensa

Immagino (ora fioccheranno le smentite) che il per sia la forma storicamente corretta dell'espressione completa "(ti rendo) grazie per...", e che sia poi stato soppiantato nell'uso dal di. Povero inglese, mi sembra che gli si vogliano dare un po' troppe colpe, di recente (cfr. Beppe Severgnini, che attribuisce erroneamente all'influsso dell'inglese la moda del piuttosto che usato in senso disgiuntivo).
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Brazilian dude



Iscritto: 12 Apr 2005
Messaggi: 553

MessaggioInviato: Gio, 05 Mag 2005; 15:15    Oggetto: Rispondi con citazione

Citazione:
Grazie di: 14 occorrenze nel Novecento, 32 nell’Ottocento.

Grazie per: 2 per il Novecento, 8 per l’Ottocento.


Caro Signor Marco, ma qui si sono computate anche le occorrenze di grazie del, grazie della, grazie dell', grazie dello, grazie dei, grazie degli, grazie degl' e grazie delle? Se questo fosse il caso, credo che la mia preferenza (che già sta cominciando a indebolirsi) verrà ancor piú calpestata.

Brazilian dude
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato MSN Messenger
Miseria



Iscritto: 17 Mar 2005
Messaggi: 686

MessaggioInviato: Gio, 05 Mag 2005; 15:22    Oggetto: Rispondi con citazione

Io limiterei il grazie per all’uso con il sostantivo (grazie per il suggerimento), e userei sempre di con l’infinito (grazie di averci aiutato).
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email MSN Messenger
Brazilian dude



Iscritto: 12 Apr 2005
Messaggi: 553

MessaggioInviato: Gio, 05 Mag 2005; 15:25    Oggetto: Rispondi con citazione

Sí, certo, ma è anche possibile usare grazie di con i sostantivi, e sembre che abbia una storia molto piú ricca. Allora, per quello che ho sentito, grazie di sarà sempre la scelta giusta, senza il pericolo di "sbagliare".

Brazilian dude
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato MSN Messenger
elem



Iscritto: 08 Feb 2005
Messaggi: 91

MessaggioInviato: Gio, 12 Mag 2005; 12:53    Oggetto: Rispondi con citazione

A me sembra che con "oggi", "ieri", ecc. sia possibile solo "per". Es.: "Grazie per oggi".
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Marco1971



Iscritto: 17 Gen 2005
Messaggi: 1461

MessaggioInviato: Gio, 12 Mag 2005; 19:59    Oggetto: Rispondi con citazione

Brazilian dude ha scritto:
Caro Signor Marco, ma qui si sono computate anche le occorrenze di grazie del, grazie della, grazie dell', grazie dello, grazie dei, grazie degli, grazie degl' e grazie delle? Se questo fosse il caso, credo che la mia preferenza (che già sta cominciando a indebolirsi) verrà ancor piú calpestata.

Ho rifatto la ricerca per lei. Questa volta sull’intero corpus:

Grazie di: 113
Grazie del: 70
Grazie dello: 19
Grazie dei: 9
Grazie degli: 4
Grazie della: 53
Grazie delle: 11
TOTALE: 281

Grazie per: 32

L’uso letterario propende dunque per il di.
_________________
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
Infarinato



Iscritto: 17 Gen 2005
Messaggi: 564

MessaggioInviato: Gio, 12 Mag 2005; 20:12    Oggetto: Brachilogie Rispondi con citazione

elem ha scritto:
A me sembra che con "oggi", "ieri", ecc. sia possibile solo "per". Es.: "Grazie per oggi".

Ma cosa vuol dire?… «Grazie per [quello che hai/avete fatto (per me/noi)] oggi»?… Se è cosí, la ragione è chiara: la costruzione brachilogica/olofrastica col per è molto piú agevolmente «decodificabile» di una col di.
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato Invia email
elem



Iscritto: 08 Feb 2005
Messaggi: 91

MessaggioInviato: Ven, 13 Mag 2005; 3:54    Oggetto: Re: Brachilogie Rispondi con citazione

Ma cosa vuol dire?… «Grazie per [quello che hai/avete fatto (per me/noi)] oggi»?… Se è cosí, la ragione è chiara: la costruzione brachilogica/olofrastica col per è molto piú agevolmente «decodificabile» di una col di.[/quote]

Per lei anche in questo caso "grazie di" andrebbe benissimo?
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Adsertor_in_libertatem



Iscritto: 13 Mag 2005
Messaggi: 5

MessaggioInviato: Ven, 13 Mag 2005; 12:29    Oggetto: Re: Brachilogie Rispondi con citazione

elem ha scritto:
Ma cosa vuol dire?… «Grazie per [quello che hai/avete fatto (per me/noi)] oggi»?… Se è cosí, la ragione è chiara: la costruzione brachilogica/olofrastica col per è molto piú agevolmente «decodificabile» di una col di.


Per lei anche in questo caso "grazie di" andrebbe benissimo?[/quote]

"Grazie per oggi" equivale ad un ringraziamento per quanto è stato fatto dall'interlocutore nel giorno in questione; "grazie di oggi", secondo la mia percezione, è più un ringraziamento indirizzato ad un Dio, per l'averci dato la possibilità di vedere il sole nascere e tramontare sulla giornata odierna...
Vai ad inizio pagina
Mostra il profilo utente Invia un messaggio privato
Mostra i messaggi a partire da:   
Questo forum è bloccato. Non è possibile modificare, cancellare, rispondere o scrivere messaggi   Questo forum è bloccato. Non è possibile rispondere o modificare messaggi    Index del forum -> Consulenza linguistica Tutti gli orari del forum sono CET (Europa)
Pag. 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi iniziare nuovi argomenti
Non puoi rispondere ai messaggi
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare i sondaggi