Accademia Accademia della Crusca
Cerca nel sito 
Pagina d'entrata > L'Accademia > Biblioteca > Norme per gli utenti
  Storia
  Attività
  Notiziario
  Pubblicazioni
  Biblioteca virtuale
  La lingua in rete
  Crusca in gioco

Mappa del sito
Norme per gli utenti
[ Biblioteca ]

 


- Per essere ammessi alla biblioteca dell’Accademia della Crusca è necessaria una lettera di presentazione di un accademico o di un docente universitario o del direttore dell'Istituto dell'Opera del Vocabolario Italiano. Al momento della registrazione dei dati personali viene richiesto un documento d’identità, una fotocopia del quale viene allegata alla scheda di ammissione.
- L’accesso alla sala di lettura è consentito solo a chi abbia lasciato la propria borsa nelle apposite cassette esterne alla sala.
- Tutti gli autorizzati a frequentare la biblioteca, per breve o lungo tempo, dovranno, entrando nella sala del catalogo, scrivere in modo intelligibile il proprio nome e cognome nel Registro delle presenze.
- I libri prelevati direttamente o indirettamente dagli utenti devono essere sostituiti, negli scaffali, dalle schede prestampate debitamente compilate. Essi possono essere trattenuti in palese deposito sul tavolo di lavoro, in numero non superiore a 15, per non più di 30 giorni, dopo i quali vengono ricollocati negli scaffali. La ricollocazione negli scaffali deve sempre essere eseguita dal personale della biblioteca.
- Il prestito esterno è consentito agli studiosi ammessi alla consultazione per un massimo di tre volumi per la durata di un mese, ed è prorogabile a due mesi qualora l’opera non sia richiesta da altri utenti. Il controllo del prestito esterno viene eseguito una volta al mese. Dal prestito esterno sono escluse le opere anteriori al 1900, quelle di più frequente consultazione e i volumi appartenenti alle seguenti sezioni: dizionari (DIZ.), enciclopedie (ENC.), opere rare (Rari, Inc.), opere di consultazione bibliografica (CONS.BIBL.), storie della letteratura (CONS.LETT.0), cd-rom (CD.), dischetti (DK.), citati del vocabolario storico (CIT.), neocitati (CIT/1), riviste (RIV.), tesi di laurea e di dottorato (Tesi) e le opere del fondo storico.
- Per la consultazione di manoscritti (Ms.), opere rare (Rari e Inc.) e tesi (Tesi) si applicano norme di comportamento più restrittive, vista la particolare delicatezza del materiale. È possibile avere in lettura, consegnando un documento d'identità e firmando nell'apposito registro, solo un'opera per volta. In nessun caso l'opera può essere fotocopiata o trattenuta in deposito sul tavolo di lavoro ma deve essere riconsegnata ogni volta che il lettore si allontani dalla sala, anche se per breve tempo.
- Gli addetti all'Istituto dell'Opera del Vocabolario Italiano possono trattenere nelle loro stanze, in scaffali accessibili, fino a un massimo di 30 opere della biblioteca in prestito interno. Questo prestito interno non implica la indisponibilità di opere che siano richieste in consultazione dai frequentatori esterni della biblioteca. Nel caso che l’opera in prestito interno all'addetto dell'Istituto gli sia presentemente indispensabile, il Direttore dell’Opera del Vocabolario può chiederne il deposito permanente e, nel caso in cui l’opera risulti di frequente consultazione, l’Accademia può considerare l’acquisto di un nuovo esemplare o la sua riproduzione in fotocopia.
- La ricognizione del materiale librario in prestito interno e deposito presso le stanze degli addetti all'Istituto viene eseguita dal personale di biblioteca una volta l’anno, come atto di doverosa vigilanza sul patrimonio dell’Accademia.
- Gli studiosi ospiti della foresteria dell'Accademia possono trattenere in prestito interno nelle loro stanze, nelle ore di chiusura della biblioteca, fino ad un massimo di 6 opere, che devono essere registrate dal personale di biblioteca in un apposito registro.
- La riproduzione in fotocopie, da richiedere al personale, è consentita per le opere posteriori al 1900 ed in buone condizioni conservative e secondo i limiti definiti dalla normativa vigente. Per le opere anteriori a tale data lo studioso può richiedere, tramite la biblioteca, un microfilm al fotografo di fiducia dell’Accademia.
- Il servizio di stampa di microfilm può essere richiesto solo per i microfilm posseduti dalla biblioteca.
- Ai fini della ricognizione annuale del materiale librario conservato nella sala di lettura viene effettuata una chiusura estiva di quindici giorni nel mese di agosto.
- Le nuove accessioni librarie sono esposte, dopo la loro schedatura, sul bancone nella sala di consultazione e possono essere prese in lettura, lasciando l’usuale scheda compilata, ma non in prestito (sia interno che esterno). Sullo stesso banco sarà consultabile il Registro delle opere presentemente irreperibili.

Catalogo Biblioteca
Norme per gli utenti
Storia della Biblioteca
Patrimonio
Incunaboli
Avvisi
Indirizzi utili
Accessioni della Biblioteca
Libri ricevuti in omaggio dagli editori
Progetti della Biblioteca
Elenco dei fascicoli doppi
Desiderata


Copyright 2002 - Accademia della Crusca - Tutti i diritti riservati